Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Assistenza

 

Assistenza

Assistenza consolare

Il servizio di assistenza sociale è destinato ai cittadini italiani che versano in una situazione di indigenza. In casi eccezionali i connazionali possono ricevere dall’Ambasciata un aiuto economico limitato per superare una momentanea difficoltà.

Assistenza sanitaria
Prestazioni per i cittadini italiani residenti in Croazia o in transito:
- I connazionali assicurati in Italia devono essere muniti della tessera sanitaria TEAM.
- Per i pensionati e familiari a carico, l'ente italiano per l'assicurazione sanitaria rilascerà il modello S1 (attestato di diritto) e lo trasmetterà direttamente all'ente croato
- Per i lavoratori distaccati e familiari a carico, l'ente assicurativo italiano provvederà a trasmettere all'ente croato il modello S1 (attestato di diritto).
Si consiglia, inoltre, di conservare alcune fotocopie della tessera sanitaria TEAM, che sia le farmacie che gli ambulatori e ospedali potranno richiedere, visto che per la fatturazione dei servizi dovranno disporre del codice fiscale dell'utente e del codice della ASL competente.

Si suggerisce di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’adeguata assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

Rimpatrio delle salme
Perdere una persona cara è sempre motivo di grande dolore, ma se questo dovesse succedere all'estero, al dolore si aggiunge la necessità di risolvere alcuni problemi pratici.
Qui di seguito si forniscono delle indicazioni sulla soluzione di tali problemi.
Per l'introduzione in Italia di salme o ceneri, la ditta di Onoranze funebri incaricata dai familiari per la traslazione deve presentare alla Cancelleria Consolare un’apposita domanda contenente le informazioni relative alla persona defunta – nome, cognome (da nubile se di sesso femminile), luogo e data di nascita e di morte, causa del decesso. E’ necessario, inoltre, specificare il cimitero dove avverrà l'inumazione.
Constatata la regolarità della documentazione presentata, la Cancelleria Consolare trasmette la domanda alle autorità comunali del luogo ove la salma è diretta. Una volta ottenuta l'autorizzazione, la cancelleria Consolare procede all'apposizione dei sigilli ed al rilascio del Certificato Consolare che accompagna la salma su territorio italiano.

Assistenza ai detenuti
Nel caso dell’arresto di un connazionale, la Cancelleria Consolare può:
- effettuare visite consolari al detenuto;
- indicare un eventuale legale;
- curare i collegamenti con i familiari in Italia (previo il consenso dell’interessato).
La Cancelleria Consolare non può intervenire in giudizio per conto del connazionale nonché pagare le spese legali del detenuto.

Per approfondimenti si consiglia di visitare il sito del Ministero degli Affari Esteri al seguente link: Asistenza ai cittadini all'estero

 

 

 

                                                                                                                                                              aggiornato il 13/11/2020

 

793