Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

INTRODUZIONE IN CROAZIA DA PAESI EXTRA UE DI TABACCHI, ALCOLICI, CONTANTI, ANIMALI, FARMACI E GENERI ALIMENTARI

Data:

27/09/2022


INTRODUZIONE IN CROAZIA DA PAESI EXTRA UE DI TABACCHI, ALCOLICI, CONTANTI, ANIMALI, FARMACI E GENERI ALIMENTARI

Informazioni per i passeggeri riguardanti l'introduzione di tabacchi, bevande alcoliche, passaggio transfrontaliero di denaro contante, animali da compagnia, farmaci e generi alimentari

All’ingresso nella Repubblica di Croazia da un paese extra UE, nei bagagli personali è possibile introdurre merci acquistate oppure acquisite in altro modo, con l’esenzione dai dazi d’importazione, senza bisogno di dichiararle agli agenti doganali nei seguenti casi*:

a) Se il valore complessivo delle merci non supera i seguenti importi:

  • 300 EUR – nel caso di transito via terra
  • 430 EUR – nel caso di viaggiatori aerei o via mare
  • 150 EUR - per i minori di anni 15 a prescindere dal tipo di transito

b) Se non vengono superati i seguenti limiti quantitativi**:

  • 40 sigarette / 200 nel caso di viaggiatori aerei
  • 20 cigarillo / 100 nel caso di viaggiatori aerei
  • 10 sigari / 50 nel caso di viaggiatori aerei
  • 50 grammi di tabacco da fumo / 250 grammi nel caso di viaggiatori aerei
  • 50 grammi di prodotti del tabacco riscaldato
  • 10 millilitri di e-liquid
  • 50 grammi di nuovi prodotti del tabacco
  • 1 litro di bevande alcoliche con gradazione alcolica superiore al 22%
  • 2 litri di bevande alcoliche con gradazione alcolica inferiore al 22%
  • 4 litri di vino
  • 16 litri di birra
  • 10 litri di carburante in tanica***

*Percorrendo la corsia verde «niente da dichiarare»
**Non si applica ai minori di 17 anni
***Il carburante deve essere dello stesso tipo di quello che utilizza il mezzo su cui si viaggia

Le merci che vengono introdotte nei bagagli personali, il cui valore oppure il quantitativo superano i sopracitati limiti, devono essere dichiarate verbalmente alla dogana per il calcolo dei dazi doganali, dell’IVA e di altre imposte previste dalla vigente normativa della Repubblica di Croazia.

LA MANCATA DICHIARAZIONE ALLA DOGANA DELLE MERCI IL CUI VALORE OPPURE IL QUANTITATIVO SUPERANO I SOPRACITATI LIMITI, IL TENTATIVO DI INTRODUZIONE DI MERCI NASCOSTE OPPURE DI MERCI LA CUI INTRODUZIONE E’ VIETATA OPPURE LIMITATA, COSTITUISCE UNA VIOLAZIONE SANZIONABILE CON MULTA E CON LA POSSIBILITA’ DI SEQUESTRO DELLA MERCE.

E’ OBBLIGATORIO DICHIARARE LE MERCI LA CUI INTRODUZIONE E’ VIETATA O LIMITATA!!!

LE CATEOGRIE SOGGETTE A LIMITAZIONI O DIVIETO SONO LE SEGUENTI:

  • Farmaci;
  • Generi alimentari (carne e prodotti di carne, latte e prodotti a base di latte ecc.);
  • Pesticidi, erbicidi;
  • Piante e prodotti derivati da piante;
  • Animali da compagnia;
  • Armi;
  • Beni culturali;
  • Denaro contante ecc.

Oggetti d’uso personale necessari per il viaggio

Gli oggetti d’uso personale dei viaggiatori con abituale residenza extra-UE, necessari per il viaggio, ad esempio vestiti, calzature, oggetti per l’igiene personale, dispositivi elettronici portatili ecc. che vengono introdotti per uso personale in quantità ragionevoli, sono esentati dai dazi di importazione.
Possono essere dichiarati verbalmente oppure in altro modo (percorrendo la corsia verde «niente da dichiarare»).

Dichiarazione del denaro contante

I passeggeri che entrano in UE oppure escono dall’UE e nei propri bagagli oppure nel mezzo di trasporto personale su cui viaggiano portano denaro contante nell’importo superiore a 10.000,00 Euro, oppure il controvalore in altra valuta, sono tenuti a dichiararlo all’ufficio doganale di confine.
Per la dichiarazione del denaro contante bisogna compilare l’apposito formulario scaricabile dal sito www.carina.gov.hr, il quale può essere trasmesso all’indirizzo e-mail operativno@carina.hr, oppure consegnato all’agente doganale al valico di frontiera. Il formulario va compilato in lingua inglese.

Introduzione di animali da compagnia

È consentita l’introduzione di 5 animali da compagnia* a persona con l’obbligo di dichiarazione all’agente doganale.
Per l’introduzione di cani**, gatti e furetti da paesi terzi, l’animale deve soddisfare le seguenti condizioni:

  • Essere marchiato da microchip;
  • Essere vaccinato contro la rabbia da un veterinario autorizzato;
  • Superare il test di titolazione anticorpale per la rabbia.

All’ingresso in UE il proprietario è obbligato a dichiarare l’animale agli agenti doganali, ad esibire il documento identificativo dell’animale e una dichiarazione scritta che l'animale non viene introdotto per fini commerciali.

Per gli altri tipi di animali da compagnia (uccelli, rettili, conigli ecc.) all’agente doganale va esibito il certificato veterinario.

*Fanno eccezione soltanto le competizioni o mostre con l’obbligo di presentare la documentazione comprovante la partecipazione, in questo caso è possibile introdurre un maggiore numero di animali.
**Non è consentito introdurre da altri paesi (UE e paesi terzi) ai fini di importazione, transito o temporaneo soggiorno di cani della razza bull e dei loro incroci se non sono iscritti nel registro della Fédération cynologique internationale (FCI).


896